Trasporti pericolosi: quando l’organizzazione conta

Settore fondamentale, il trasporto delle merci è quello che più di ogni altro si deve attenere alle normative per la prevenzione del rischio di varia natura, soprattutto nel caso di merce pericolosa. Ecco quindi che la scelta del partner di trasporto adeguato assume un peso consistente per ottenere un servizio sicuro e privo di rallentamenti.

Dietro alla movimentazione di materiale ad alto rischio è necessaria la presenza di agenti in grado di cooperare per garantire elevati standard di sicurezza. Ogni figura è chiamata a partecipare con la propria competenza allo svolgimento dell’iter tecnico e burocratico del trasporto. Al mittente spetta sia l’onere della scelta di un partner di spedizione affidabile e puntuale sia quello di dichiarare la quantità e il tipo esatti di materiali da trasportare. Gli addetti agli imballaggi e all’allestimento del carico si assumono il compito di garantire che il trasporto avvenga utilizzando il mezzo adeguato e nel pieno rispetto della normativa. Dal canto suo, il trasportatore, dopo la formazione ed un attestato speciale conseguito al superamento di specifici esami, garantisce la massima professionalità e la preparazione adeguata nel caso di imprevisti durante il tragitto. Anche gli addetti allo scarico delle merci sono costantemente formati e tenuti ad effettuare un aggiornamento a cadenza biennale.

L’ADR e il trasporto delle merci pericolose

Specialisti della sicurezza nei trasporti più rischiosi, i consulenti ADR (Accordo europeo relativo al trasporto internazionale su strada di merci pericolose) sono le figure impiegate dall’impresa autotrasportatrice per il management del rischio nel corso del processamento del trasporto. Questa figura è essenziale per garantire la piena osservanza delle normative a tutela dell’incolumità degli operatori e del pubblico esposto. Altri elementi essenziali affinché il trasporto possa avvenire sono la certificazione SQAS (Safety and Quality Assessment System), ossia un sistema di monitoraggio dei servizi logistici, e la disponibilità di mezzi adeguati al movimento di tali merci. In particolare, la normativa disciplina dettagliatamente gli aspetti che riguardano la spedizione, come:

  • classificazione delle sostanze in relazione al trasporto su gomma;
  • prove strumentali della pericolosità delle sostanze;
  • direttive relative alla tipologia e alla modalità di imballaggio;
  • caratteristiche dei veicoli e delle cisterne adibite per il trasporto di liquidi;
  • documenti ed esenzioni normative.

Ma quindi, quali sono gli aspetti burocratici del trasporto di merci pericolose?

Data la natura della merce che si sta trasportando, è necessario ricordare che esistono degli aspetti normativi e amministrativi che non possono essere sottovalutati. La normativa suddivide in 13 classi di pericolosità le merci speciali, le quali costituiscono appunto una fonte di rischio per l’incolumità pubblica e per l’ambiente. Vige infatti un accordo internazionale che regolamenta il trasporto su strada delle merci denominate pericolose e delle linee guida dedicate invece per il trasporto aereo e marittimo.

L’organizzazione di questo genere di trasporti richiede dunque un elevato know how nel campo delle normative doganali e di sicurezza, sia per i trasporti nazionali che per quelli all’interno e all’esterno dei Paesi CEE. Provvedere in maniera esaustiva all’iter burocratico, fornendo i documenti di viaggio completi, l’impiego di personale formato e abilitato e la conoscenza delle deroghe alla norma, può fare la differenza per garantire un servizio affidabile. L’attenta pianificazione del trasporto è il modo più incisivo per offrire un abbattimento pratico dei costi pur mantenendo elevati gli standard qualitativi del servizio.

Tra le differenti realtà che operano nel panorama delle spedizioni internazionali, Farosped Srl è in grado di elaborare la strategia di trasporto più conveniente e rispettosa dei tempi di recapito, grazie ad una nutrita rete di contatti e alla preparazione tecnica del settore amministrativo. Il tutto è reso possibile dall’esperienza pluriennale nei trasporti di merci ad alto rischio senza rinunciare al dovuto rispetto della normativa e degli elevati standard di sicurezza. Dalla valutazione del tragitto sino al disbrigo delle pratiche, tutto è affidato al calcolo e alla professionalità dell’autotrasportatore.

Aver a disposizione un ampio parco macchine, tecnologie di supporto all’avanguardia nel settore e una stretta collaborazione con i principali vettori del trasporto su strada, aereo e navale, permette agli spedizionieri internazionali di organizzare il trasporto di merci pericolose . Dalla presa in carico delle merci sino al loro recapito a destinazione, ogni aspetto necessita di un’adeguata pianificazione, grazie ad un’azione sinergica nell’organizzazione degli spostamenti a più ampio raggio, come nel caso delle destinazioni europee ed extraeuropee.