Come creare un sito web in poche mosse

In molti si chiedono come creare un sito web in poche mosse e, soprattutto, partendo da zero. Non tutti hanno delle competenze specifiche, ma se si vuole provare a lanciare un proprio sito web o un progetto online, magari a basso costo, è utile sapere come fare.

Per questo motivo abbiamo pensato a una serie di consigli utili per la costruzione di un sito web da zero, così da permettere anche a chi ha poche conoscenze in materia di avere una buona base da cui partire.

Creare un sito web da zero: i migliori consigli

Il primo suggerimento è quello di individuare in WordPress il CMS da utilizzare. Quando si ha poco budget a propria disposizione e, soprattutto, se non si hanno grandi competenze in materia, avere a che fare con un CMS come WordPress permette di fare le cose in maniera semplice e veloce. Due cose fondamentali in questo caso.

Il primo vantaggio? I costi abbordabili che permetteranno di realizzare un sito web completo in poco tempo, facilmente e con una spesa contenuta. Siamo certi che chi si ritrova a voler lanciare il suo primo progetto online ne sarà contento.

Va da sé che, pur essendo questa soluzione semplice e intuitiva, c’è comunque un po’ di lavoro da fare alla base di tutto. In che senso? Quando si usa WordPress è possibile personalizzare molti aspetti, partendo dal tema e arrivando ai vari plugin che si possono utilizzare. Vediamo, quindi, cosa fare passo dopo passo.

Il primo step da fare quando si ha in mente di avviare un sito è quello di scegliere il nome dominio che, naturalmente, andrà anche acquistato. In questo caso si suggerisce di scegliere un nome che sia ricordabile e, soprattutto, che sia attinente al tipo di progetto che si vuole portare avanti, perché poi quello andrà a indicare il brand.

Stiamo parlando del nome che si andrà a digitare (URL) per cercare il sito online e che sarà seguito, successivamente, da un .it, .com, .info e così via a seconda della scelta che verrà fatta.

Dopo averlo scelto e averlo acquistato, si può passare allo step successivo: la scelta dell’hosting da utilizzare. Cos’è un hosting? In molti sottovalutano questo aspetto, sbagliando.

L’hosting è lo spazio sul server che si acquista per caricare i propri file, le proprie pagine. Si tratta, quindi, dello spazio che ospita il sito e che gli permette di essere online. Impossibile pensare di tralasciare un aspetto così importante, soprattutto oggi che esistono vari hosting economici (dai uno sguardo qui per un hosting WordPress affidabile).

Quando si sceglie il proprio hosting si devono prendere in considerazione alcuni aspetti. Vengono proposti diversi pacchetti e si deve individuare quello più affine alle proprie esigenze. Se, ad esempio, si apre un sito in WordPress si dovrebbe sempre scegliere un pacchetto dedicato, che facilita la vita di chi non ha molte competenze in materia, aiutandolo a gestire diversi aspetti altrimenti difficilmente affrontabili in autonomia.

Dopo aver fatto tutto questo si passa alla parte pratica. Si dovrà quindi scegliere un tema per il proprio sito WordPress. Questo lo caratterizzerà dal punto di vista grafico. Attenzione a scegliere sempre un tema semplice, fruibile e user friendly, così da incoraggiare l’utente.

Al pari vanno scelti anche i plug-in da installare sul proprio sito WordPress. In questo caso suggeriamo di scegliere quelli migliori per le proprie esigenze, così da evitare inutili appesantimenti del sito. Si deve ricordare che esistono plug-in per fare qualsiasi cosa su WordPress ed è importante saperlo se non si è degli esperti del settore, perché così si potranno inserire molte utili funzionalità che altrimenti sarebbero difficili da gestire.

Il passo successivo? Creare contenuti ottimizzati per permettere al proprio sito di essere indicizzato sui motori di ricerca e di essere trovato da chi cerca determinate parole chiave.

Si tratta di un lavoro che richiede una strategia e progettazione, ma se fatto a dovere i risultati non tarderanno ad arrivare. In questo caso potrebbe essere utile richiedere una consulenza SEO. Individuare i migliori professionisti e chiedere loro un preventivo può aiutare a rimanere nel budget e a non commettere errori che potrebbero penalizzare il sito in maniera talvolta molto pesante.