Toppe per jeans: il ritorno alle tendenze anni 90

Sono ufficialmente tornate di moda le toppe per jeans, ovvero decorazioni, scritte e disegni che si aggiungono ad un capo di jeans per personalizzarlo; questa moda aveva invaso gli armadi di chiunque durante gli anni Novanta, e adesso è tornata alla ribalta. La moda cambia sempre più velocemente: oggi è normale acquistare capi di abbigliamento a prezzi super convenienti, e poi indossarli solamente in una o due occasioni. Purtroppo è davvero un peccato buttare via con semplicità dei vestiti solo perché non ci aggradano più, ed è anche un’azione che provoca un serio e grave danno al nostro ambiente. Un modo per non fare ciò è ridare nuova vita ai nostri capi di abbigliamento, usando proprio le toppe adesive per i jeans.

Che si tratti di una giacca, di un gilet di jeans, di un pantalone o una gonna, le toppe per jeans sono elementi decorativi divertenti e sono un’alternativa davvero eco-friendly; inoltre, donano un tocco di personalizzazione in più  ai propri vestiti, l’ideale per chi vuole farsi distinguere e riconoscere con il proprio look.

Come applicare una toppa

Per iniziare a personalizzare un capo di abbigliamento, è importante sapere come si deve lavorare e applicare correttamente una patch adesiva o una toppa. Innanzitutto, esistono le toppe classiche che si possono applicare, con un metodo tradizionale, ai propri capi di abbigliamento; si tratta del metodo ago e filo, ovvero cucire direttamente la toppa sul vestito. Questo metodo richiede un po’ di pazienza ma anche la capacità di saper cucire.

In alternativa si possono sfruttare le bellissime patch termoadesive. Questi elementi adesivi possono essere acquistati da produttori di patch ricamate personalizzate come il noto CentroRicami dal quale è anche possibile farsi fare preventivi ed acquistare online, per poi ricevere direttamente a casa propria le patch che personalizzeranno i nostri capi di abbigliamento.

Proprio come avveniva durante gli anni Novanta, anche oggi le patch termoadesive stanno riscuotendo un successo enorme: ma cosa sono? Una toppa termoadesiva per jeans è un elemento decorativo piatto (di forma e dimensione estremamente variabile) la cui peculiarità è quella di poter essere applicata ovunque su un qualsiasi capo di abbigliamento in tessuto permeabile.

Le patch termoadesive presentano due facce: una faccia è quella esterna, che presenta la grafica ricamata, mentre la seconda faccia è quella interna e presenta in superficie uno strato solidificato di colla. Per poter applicare la toppa termoadesiva al capo di jeans dovete porla nella zona dell’abito che volete decorare, proteggere la zona con un panno, e iniziare a stirarle avanti ed indietro col ferro da stiro, utilizzando la stessa temperatura del cotone e dei capi di lino; sarà necessario usare una forte pressione sulla toppa, e stirare per almeno 25-30 secondi. La colla, infatti, si scioglierà e in pochi secondi penetrerà il tessuto; quando il calore del ferro verrà meno, la colla si solidificherà e la patch sarà permanente.

Applicarle al jeans è semplicissimo, ma lo stesso procedimento vale per qualsiasi tessuto e capo che può essere stirato ad alte temperature: in men che non si dica, avrete un vestito come nuovo, alla moda e personalizzato al massimo.

Come personalizzare al meglio un capo d’abbigliamento

Ogni forma e fantasia di una toppa termoadesiva può aiutarvi ad esprimere al meglio la vostra personalità ed il vostro stile; mai come ora un capo di abbigliamento sarà stato così personalizzato. È importante pensare bene a dove inserire le toppe: innanzitutto, è bene pensare di usare capi basic, ovvero che non presentano di per sé delle grafiche particolari o dei disegni, in modo da non sovraccaricare l’abito. In secondo luogo, le toppe possono essere usate in gruppo ma è importante scegliere grafiche e dimensioni che siano in sintonia, che abbiamo colori tra di loro armoniosi, come il giallo e il rosso, o il nero ed il viola.