Come nutrire i capelli in modo efficace

Ritrovarsi con capelli secchi, opachi e sfibrati è un problema che accomuna uomini e donne. Le cause sono eterogenee: si va da ritmi di vita sempre più stressanti, specie per chi ha una professione dove l’agenda lavorativa è particolarmente impegnativa, all’inquinamento e allo smog tipico delle grandi città, dall’umidità dovuta al cambio di stagione allo sbalzo termico, causato dall’errato utilizzo del phon. Inoltre, lacca e gel possono indebolire la chioma proprio come i raggi del sole, a seguito di una vacanza estiva trascorsa in una delle numerose mete balneari. Sapere come nutrire i capelli è di fondamentale importanza, affinché si possa sfoggiare una chioma lucente e voluminosa.

Ecco alcuni accorgimenti per nutrire i capelli in modo efficace che abbiamo scritto con l’aiuto del portale di salute e benessere: https://benessereelifestyle.it/

1. Selezione accurata dei prodotti giusti

Saper scegliere i prodotti adatti ai propri capelli è di fondamentale importanza per evitare di ritrovarseli sfibrati a fine giornata. Vi sono in commercio diverse combinazioni di shampoo e balsamo, caratterizzate da una formula particolarmente ricca di nutrienti, in grado di nutrire a fondo i capelli. Tra shampoo lisciante per capelli ricci, shampoo riparatori di capelli sfibrati e secchi e shampoo idratante per cuoio capelluto, c’è solamente l’imbarazzo della scelta. L’importante è sempre privilegiare quelle varianti contenenti ingredienti di origine naturale, perché assicurano un effetto ottimale per la propria chioma. Soluzioni aggressive infatti non fanno altro che rovinare i capelli che in realtà sono più che mai bisognosi di cure.

La schiuma delicata dello shampoo ha lo scopo principale di detergere a fondo i capelli e di nutrirli senza mai appesantirli; il balsamo, invece, serve a districarli e a facilitare le operazioni di risciacquo.

I migliori ingredienti negli shampoo

In relazione agli ingredienti naturali da privilegiare negli shampoo, questi possono rivelarsi un’ottima opportunità per migliorare la tenuta dei capelli:

  • Aloe: la sua azione idratante si dimostra ottimale per rendere i capelli più voluminosi, conferendo alla chioma quella tanto desiderata morbidezza, ricercata soprattutto dalle donne. In più, è nella fresca flagranza il valore aggiunto che solo l’aloe sa offrire.
  • Banana: un ingrediente naturale molto utile per idratare i capelli e per nutrirla a fondo, senza appesantirla.
  • Olio di Macadamia: chi ha i capelli ricci e piuttosto ribelli, troverà nell’olio di Macadamia, presente in numerosi shampoo in commercio, il migliori ingrediente possibile per idratare i capelli e per renderli morbidi. L’effetto lisciante e anti-crespo di questo ingrediente naturale è davvero unico, così come le se proprietà nutritive.
  • Papaya: uno shampoo con formula a base di papaya rientra tra le migliori alternative per rafforzare i capelli, per ripararli e per rivitalizzarlo. La papaya è l’ingrediente ideale per hi ha capelli piuttosto fragili. Salvia ed olio di mandorle dolci sono in grado di assicurare lo stesso effetto.

2. Attenzione al lavaggio

In linea di massima, nella cura dei capelli, una delle fasi più sottovalutate è di sicuro quella del lavaggio. Affinché la chioma risulti nutrita in profondità, urgono svariati accorgimenti e cure specifiche. Nella doccia quotidiana, non è necessario lavare i capelli con regolarità, perché si corre il rischio di indebolirli e di ritrovarseli sfibrati. Per questo motivo, è sempre bene massaggiare delicatamente la cute, perché è qui che si depositano sebo e sporcizia. Bisogna evidenziare poi che strofinare con un’eccessiva energia non giova di certo alla salute dei capelli. Pertanto, è sempre bene tamponare con delicatezza, utilizzando un asciugamano in microfibra, molto apprezzato per la sua morbidezza.

Sempre nel lavaggio, è bene applicare il balsamo solo sulle lunghezze, evitando con cura la zona delle radici. Il motivo di fondo va ricercato nel fatto che il cuoio capelluto è in grado di produrre un quantitativo di oli più che sufficiente per nutrire la chioma.

Dopo aver lasciato in posa per un paio di minuti, è scelta saggia ricorrere ad un pettine in legno con denti larghi. In questo modo i capelli non si spezzeranno. Le operazioni di lavaggio si concludono risciacquando il balsamo: è bene rimuovere con attenzione tutti i residui, in modo che la chioma non appaia appesantita.

3. Impacchi fai da te

Gli impacchi fai da te per capelli vanno per la maggiore quando si tratta di nutrire i capelli a fondo. Vanno fatti al massimo un paio di volte al mese. In erboristeria, si trovano molte soluzioni già pronte all’uso. Tuttavia, basta davvero poco per preparare una ricetta fai date: l’olio di semi di lino è l’ingrediente principe di un impacco fai da te, perché idrata il capello al meglio ed è ricco di acidi grassi. Quello che ci vuole per rendere i capelli più resistenti. La realizzazione di questo preparato è semplicissima: basta un po’ d’olio di semi di lino, facilmente reperibile in un supermercato, e l’aggiunta di un tuorlo d’uovo. Come per il balsamo, anche l’impacco va applicato sulle lunghezze, onde evitare di appesantire le radici e la cute. Dopo una messa in posa di una trentina di minuti è possibile procedere al risciacquo. Il risultato sarà sorprendente.

4. Non sottovalutare l’asciugatura

Come per il lavaggio, anche l’asciugatura è una fase delicata in rapporto a come nutrire i capelli in modo efficace. Non sono solamente i prodotti aggressivi a favorire lo sfibramento dei capelli, ma anche l’utilizzo errato del phon o l’impiego eccessivo della piastra. Un errore molto comune è quello di asciugare i capelli, senza tamponare accuratamente. L’impiego ravvicinato del phon non fa altro che elettrizzare i capelli, indebolendoli. La colpa è delle temperature troppo elevate del getto caldo dell’aria e della mancata distanza che, in linea di massima, dovrebbe aggirarsi attorno ai 10 centimetri.

Per acconciature particolari, si consiglia caldamente di asciugare i capelli a testa in giù o di fare affidamento sul diffusore, se li si desidera arricciare. Il risultato sarà comunque degno di nota e non ci si dovrà confrontare con i problemi derivanti dall’errato utilizzo della piastra che inaridisce i capelli.

Conclusioni

Basta davvero poco in riferimento a come nutrire i capelli in modo efficace. Non c’è bisogno di ricorrere a complessi trattamenti artificiali, visto che con i seguenti accorgimenti quotidiani e con la scelta di prodotti giusti, contraddistinti dalla presenza di ingredienti naturali al 100%, si possono ottenere risultati davvero sbalorditivi.